SAN GIUDA TADDEO

E' GRAZIE ALLA SUA POTENTE INTERCESSIONE , INVOCATA DA ALLORA FINO AD OGGI, CHE MOLTE PREGHIERE VENGONO ESAUDITE RICEVENDO GRAZIE E RISPOSTE A CONFORTO DI COLORO CHE PERSEVERANO TENACEMENTE NELLA FEDE, NELLA SPERANZA E NELL'AMORE. LA SUA RAPPRESENTAZIONE ICONOGRAFICA LO VEDE RAFFIGURATO CON IN PUGNO UNA LANCIA A SIMBOLEGGIARE IL SUO MARTIRIO , O UNA FIAMMA INTORNO AL CAPO , A ESPRIMERE LA SUA PRESENZA NELLA PENTECOSTE , DOPO AVER RICEVUTO LO SPIRITO SANTO CON GLI ALTRI APOSTOLI , O CON L'IMMAGINE DI GESU' CRISTO , CONOSCIUTA COME L'IMMAGINE DI EDESSA.

SAN GIUDA TADDEO APOSTOLO – MORTE , PERSIA 28 OTTOBRE DEL 70 D.C. L’APPELLO A SAN GIUDA TADDEO , SANTO PROTETTORE DEI CASI IMPOSSIBILI , PALESA L’INVOCAZIONE QUOTIDIANA CHE DA CIASCUNO PROMANA NEI CASI INSOLUTI E DISPERATI DELLA VITA E IN OGNI SITUAZIONE DI SOFFERENZA IN CUI SEMBRA SVANIRE OGNI SPERANZA.

L’ESPERIENZA TERRENA DI QUESTO DISCEPOLO DI CRISTO , APPARTENENTE AL GRUPPO DEI 12 APOSTOLI , CONTEMPORANEO E CONSANGUINEO DI GESU’ CRISTO ( FRATELLO DI GIACOMO , CUGINO DI GESU’ IN QUANTO FIGLIO DI ALFEO , FRATELLO DI GIUSEPPE, E DI MARIA CLEOFE , UNA DELLE TRE MARIE PRESENTI AI PIEDI DELLA CROCE ) ASSURGE AL PIU’ ALTO LIVELLO DI SANTITA’ IN VIRTU’ DELL’INTENSA OPERA DI EVANGELIZZAZIONE DA LUI SVOLTA COME MISSIONARIO NELLE TERRE DI GIUDEA , MESOPOTAMIA E , DA ULTIMO , INSIEME A SIMONE DI CANANEO , IN TERRITORIO PERSIANO , DOVE , RIFIUTANDO DI FARE ABIURA , SI IMMOLARONO IN NOME DELLA FEDE CRISTIANA , ANDANDO INCONTRO AI TORMENTI DEL MARTIRIO A COLPI DI LANCIA E DI MAZZA E CONCLUDENDO LA LORO ESPERIENZA TERRENA IN UNA DOLOROSA MORTE CON UN COLPO D’ASCIA SUL CAPO .

E’ GRAZIE ALLA SUA POTENTE INTERCESSIONE , INVOCATA DA ALLORA FINO AD OGGI, CHE MOLTE PREGHIERE VENGONO ESAUDITE RICEVENDO GRAZIE E RISPOSTE A CONFORTO DI COLORO CHE PERSEVERANO TENACEMENTE NELLA FEDE, NELLA SPERANZA E NELL’AMORE. LA SUA RAPPRESENTAZIONE ICONOGRAFICA LO VEDE RAFFIGURATO CON IN PUGNO UNA LANCIA A SIMBOLEGGIARE IL SUO MARTIRIO , O UNA FIAMMA INTORNO AL CAPO , A ESPRIMERE LA SUA PRESENZA NELLA PENTECOSTE , DOPO AVER RICEVUTO LO SPIRITO SANTO CON GLI ALTRI APOSTOLI , O CON L’IMMAGINE DI GESU’ CRISTO , CONOSCIUTA COME L’IMMAGINE DI EDESSA. LE SCARSE INFORMAZIONI SU TALE SANTO FANNO RIFERIMENTO AL NUOVO TESTAMENTO E AL VANGELO ( IN UN PASSO IN CUI EGLI CHIEDE A GESU’ ” SIGNORE , COME MAI TI MANIFESTERAI A NOI E NON AL MONDO? ” ) E AGLI ATTI DEGLI APOSTOLI, NEI QUALI VIENE ELENCATO IL SUO NOME TRA I RICEVENTI LO SPIRITO SANTO.

LA SCARSA DEVOZIONE DI CUI FU OGGETTO FIN DAL MEDIOEVO SI DEVE ALL’OMONIMIA DEL SUO NOME CON QUELLO DI GIUDA ISCARIOTA , IL TRADITORE DI GESU’ CRISTO; TUTTAVIA LA CHIESA GLI HA RESO IL GIUSTO MERITO ONORANDOLO UNIVERSALMENTE COME PATRONO PROTETTORE DELLA PUREZZA E DEI CASI DISPERATI, NONCHE’ TRIBUTANDOGLI IL RUOLO DI GRANDE TAUMATURGO , E , PERTANTO , E’ RICORDATO E FESTEGGIATO , INSIEME A SIMONE ZELOTA , POICHE’ E’ IN COMUNE LA LORO OPERA APOSTOLICA E LA DATA DI MORTE , IL GIORNO 28 OTTOBRE . I LUOGHI DI CULTO SONO QUELLI OVE NE VENGONO CONSERVATE LE RELIQUIE, TRASLATE NELLA BASILICA DI S. PIETRO IN ROMA E ANCHE NEL CONVENTO DI SANT,AGOSTINO A LANCIANO . SAN GIUDA TADDEO E CHIESA PARROCCHIALE DI S. MASSIMO TORINO.

error: Content is protected !!